rosso400611-2018

ANNATE

2019

2018


AWARDS


Il Rosso di Montalcino presenta le stesse caratteristiche del Brunello, ma in versione più giovanile e disimpegnata. Nasce dallo stesso tipo di uve Sangiovese, provenienti dai vigneti più giovani, che danno vini profumati ed eleganti, meno tannici e corposi del Brunello.
Il Rosso di Montalcino è il vino ideale per occasioni meno impegnative e per chi vuole godere, ogni giorno, il piacere di un buon bicchiere.

Uve Sangiovese 100%.

Vigneti Vigneti della Fattoria dei Barbi situati nel Comune di Montalcino. Terreno: galestro, argilliti. Altitudine: da 400 a 450 m slm. Età media delle viti: 12 anni. Esposizione: Est – Sud Est. Sistema di allevamento: Cortina semplice. Ceppi per ettaro: 5.000. Resa per ettaro in quintali: 90.

Andamento Stagionale 2018 L’inizio del 2018 è stato caratterizzato da un gennaio mite ed un febbraio freddo e spazzato da venti settentrionali. Il comun denominatore dell’inverno sono state le abbondanti precipitazioni, sia nevose che piovose, grazie alle quali si è riusciti a colmare il grave deficit idrico. La primavera ha fatto registrare temperature al di sopra della media stagionale ed anch’essa è stata caratterizzata da abbondanti precipitazioni, tanto che è risultata la stagione più piovosa degli ultimi trent’anni. In estate la situazione il clima si è mitigato fino alla seconda metà di agosto che è stata caratterizzata da alte temperature. Temporali sporadici hanno interessato l’inizio di settembre, rinfrescando il clima e premettendo di concludere la maturazione delle uve in maniera equilibrata, seppure anticipata.
La vendemmia si è svolta dal 17 al 29 settembre.

Vinificazione e Affinamento Le uve pigio-diraspate vengono riposte in vasca dove la normale fermentazione alcolica dura circa 12/13 giorni a temperatura controllata di 26-28°C. L’affinamento è di circa 6 mesi, in parte in vasche d’acciaio e in parte in botti di rovere.

Analisi chimica Alcool 14.1% – Tot. Ac. 5.0 g/l – Vol. Ac. 0.49 g/l – Zuccheri residui < 1.5 g/l – Estratto Secco 29.3 g/l.

Analisi sensoriale Colore: rosso rubino di media intensità. Profumo: marasca e lampone. Sfumature mentolate, di rosa canina e melagrana. Gusto: ingresso morbido ed allungato, trama tannica vellutata. Sentori di frutta rossa di bosco e visciola.

Abbinamenti Perfetto con carni bianche e rosse arrosto o grigliate, formaggi e piatti al tegame.

Temperatura di servizio 18°C.

Capacità di invecchiamento 4-5 anni.

Conservazione delle bottiglie Coricate, al buio e a una temperatura di 12°-14°C.

90 punti – James Suckling

Aromas of plums and dried berries with hints of flowers and sweet tobacco. Medium body, redcurrant and berry flavors and a medium finish. Drink now.

93 punti – Intravino | Andrea Gori

Barbi: ampiezza e tocchi femminili graziosi, cipria, mughetto, viola e lavanda, poi in bocca il frutto è convincente, con centro bocca preciso e finale in crescendo. 93

91 punti – Vinous | Ian D’Agata

Brunello di Bright red. Sour red cherry, violet and licorice on the subtle, complex nose. Suave and fine-grained, with pure red berry flavors communicating a restrained sweetness and an underlying mineral bent. Finishes perfumed and long, with smooth, tannins and lovely lift and length. A classy Brunello of sneaky concentration and outstanding balance. Well done in such a difficult year, Drinking window: 2020-2029

Antonio Di Spirito | Luciano Pignataro

E’ pigro e ritroso a manifestarsi, almeno al naso; in bocca, però, ritrovi tutti gli elementi del grande vino complesso, profondo ed equilibrato; è fresco, concentrato ed intenso; interminabile la sua persistenza.

92+ punti – Monica Larner | Robert Parker – Wine Advocate

Fattoria dei Barbi’s 2014 Brunello di Montalcino marks an impressive effort in what was undoubtedly a difficult vintage. The experienced winemaking team at this historic estate has evidently made specific choices to uphold the quality of their Brunelllo despite the challenges of this wet and cold growing season. For example, careful green harvesting proved essential for even ripening of the clusters. The fruit here does appear evenly mature and there is enough succulent flavor intensity (with dark fruit, tobacco and cured spice) and texture to count on a healthy aging trajectory as we move forward in time. However, this vintage is fundamentally near and medium term, so I would recommend a 10- or 15-year drinking window. It also tastes great straight out of the gate.